Home
Licio Gelli e la vita dorata di Teresa Ciabatti PDF Stampa E-mail

Se a Gloria Guida non fosse venuto in mente di intervistare in tv Teresa Ciabatti nessuno saprebbe chi è. E non ci saremmo persi niente comunque.
La "ragazza degli anni Novanta" dopo aver deprecato l'appartenenza alla P2 di suo padre, medico chirurgo all'ospedale di Orbetello che in casa conservava i lingotti d'oro di Licio Gelli e aveva fatto costruire sotto la piscina della sua villa sul mare un bunker antiatomico e antisommossa, diventa scrittrice. Intervistata nella sua sontuosa casa nel centro storico di Roma dove vive oggi, alla scuola Holden di Alessandro Baricco conosce l'uomo della sua vita: un ricco possidente toscano insegnante di sceneggiatura per hobby, che le dona anche la gioia di un figlio. In una intervista la "scrittrice" ammette che la perdita della vllla di famiglia a Orbetello, cittadina dove è nata e dove ha trascorso l'infanzia, le ha tolto l'identità di "reginetta" (tanto che ha anche tentato di ricomprarsela dal russo che nel frattempo la aveva acquistata).
"Quasi" vincitrice di un premio Strega, questa viziata e capricciosa quarantasettenne non avrebbe venduto nemmeno una copia dei suoi libri se non fosse stata figlia di un massone e oggi moglie di un ricco rampollo che le consente, lo ha dichiarato lei stessa, di passare le sue mattine a letto. Questa è l'Italia di cui non abbiamo nessuno bisogno e di cui dobbiamo liberarci al più presto.